News

agosto 17
aprile 17
marzo 17
maggio 15
aprile 15
marzo 15
novembre 14
ottobre 14
luglio 14
giugno 14
maggio 14
aprile 14
marzo 14
febbraio 14
gennaio 14
dicembre 13
novembre 13
ottobre 13
settembre 13
luglio 13
giugno 13
maggio 13
aprile 13
marzo 13
febbraio 13
gennaio 13
dicembre 12
novembre 12
ottobre 12
settembre 12
luglio 12
giugno 12
maggio 12
aprile 12
marzo 12
febbraio 12
gennaio 12
dicembre 11
novembre 11
ottobre 11
settembre 11
agosto 11
luglio 11
giugno 11
maggio 11
aprile 11
marzo 11
febbraio 11
gennaio 11
dicembre 10
novembre 10
ottobre 10
settembre 10
agosto 10
luglio 10
giugno 10
maggio 10
aprile 10
marzo 10
febbraio 10
gennaio 10
dicembre 09
novembre 09
ottobre 09
luglio 09
maggio 09
aprile 09

Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici ( 03-05-2012)


Sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità europea n. 101 del 24 aprile 2012, è stata pubblicata la Direttiva n. 2012/11/UE che proroga il termine delle disposizioni di cui al Capo IV del Titolo VIII del “testo unico”, inizialmente previsto per il 30 aprile 2012, al 31 ottobre 2013.

Le disposizioni di cui sopra si riferiscono ai requisiti minimi per la protezione dei lavoratori contro i rischi per la salute e la sicurezza derivanti dall’esposizione ai campi elettromagnetici (da 0 Hz a 300 GHz), durante il lavoro.



Casse edili abilitate al rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (DURC). ( 08-05-2012)


Con la lettera circolare del 2 maggio 2012, n. 8367 il Ministero del lavoro ha precisato che il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) è un'esclusiva delle casse edili. Ai fini dell’emissione del DURC le casse edili devono essere innanzitutto costituite sulla base di CCNL comparativamente più rappresentativi.

Le Casse abilitate sono inoltre tenute ad osservare il c.d. principio di reciprocità in base al quale, al fine di armonizzare le dichiarazioni di regolarità contributiva rilasciate dalle diverse Casse edili operanti sul territorio nazionale, si ha un reciproco riconoscimento dei versamenti operati presso ciascuna di esse. Tale armonizzzazione  viene realizzata attraverso la cooperazione telematica con la Commissione nazionale paritetica per le Casse edili (CNCE).

Il DURC non può dunque essere emesso da organismi operativi al solo livello territoriale privi dei requisiti sopra citati.



Decespugliatori portatili: Divieto di immissione sul mercato di accessori di taglio ( 09-05-2012)


Sulla base della Decisione della Commissione Europea del 19 gennaio 2012, il Ministero dello Sviluppo Economico ha provveduto alla emanazione di un decreto che vieta l' immissione sul mercato di accessori di taglio del tipo a flagelli costituiti da diverse parti metalliche collegate e destinati ad essere montati su decespugliatori portatili.

Tale provvedimento è stato emanato con la finalità di ridurre i rischi di rottura e di proiezione che, durante il loro funzionamento, potrebbero causare incidenti gravi o addirittura mortali per i loro utilizzatori e le altre persone.



Manuale illustrato per lavori in ambienti sospetti di inquinamento o confinati ( 10-05-2012)


La Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha approvato, nella seduta del 18 aprile 2012, un manuale pratico che, come previsto dall’art.3, comma 3, del D.P.R. n.177/2011, rappresenta i contenuti di una procedura di sicurezza per lavori in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, rivolto a quanti operano a vario titolo in tale settore e, soprattutto, a tutte quelle micro e piccole imprese che si occupano di bonifiche e/o manutenzione in ambienti confinati.

 

Fonte: Ministero del Lavoro

 



Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine ( 11-05-2012)


Con lo scopo di garantirne la sicurezza nell’uso, la Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro, ha individuato ed approvato nella seduta del 18 aprile 2012, specifiche procedure operative di sicurezza per il sollevamento di persone con attrezzature di lavoro non previste a tal fine.

Il D.Lgs. n. 81/2008 proibisce, come regola generale, l’uso di una macchina per una funzione per la quale non è stata progettata. Tale uso è, però, ammesso “a titolo eccezionale” nei casi previsti dal citato parere della commissione consultiva permanente, a condizione che vengano prese adeguate misure di sicurezza conformemente a disposizioni di buona tecnica.

Tali procedure si propongono, pertanto, di offrire una guida per il datore di lavoro che debba ricorrere, esclusivamente nei casi indicati dalla Commissione Consultiva Permanente, al sollevamento eccezionale con gru o carrelli elevatori.



Valutazione dei rischi: prorogata al 31/12/2012 la possibilità per le microimprese di effettuare l’autocertificazione ( 21-05-2012)


Sulla G.U. n.111 del 14 maggio 2012, è stato pubblicato il D.L. n.57 del 12 maggio 2012, contenente le "Disposizioni urgenti in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro nel settore dei trasporti e delle microimprese".

Tale decreto proroga il termine, inizialmente fissato al 30 giugno 2012, al il 31 dicembre 2012, permettendo così alle microimprese (fino a 10 dipendenti), di effettuare la valutazione dei rischi in maniera semplificata, con la possibilità per il datore di lavoro di adempiere a tale obbligo con la compilazione di una semplice autocertificazione.